LETTERA AI PRESIDENTI


                                                                                                                                                       Milano, 29 dicembre 2020 


Cara amica Caro amico, 


Sono stati giorni molto combattuti per me e per il gruppo che rappresento. 

Quest’anno, pur con le sue ovvie grandi difficoltà, è stato caratterizzato da un grande entusiasmo per voler rinnovare la Federazione, nello scegliere prima le migliori persone con cui affrontare questo cammino e poi nel provare a redigere un programma vicino e di supporto alle ASD per costruire il “bridge del futuro”.

Lo dicevo prima, è stato un anno terribile non solo per noi, le nostre famiglie, le nostre aziende e i nostri amici, abbiamo tutti dovuto fare i conti con la pandemia, ma anche tutto il movimento bridgistico, che sta affrontando dei cambiamenti epocali che avrei voluto guidare insieme a tutti voi.

Recentemente hanno avuto luogo le elezioni dei Delegati Atleti e Tecnici, come primo atto che porterà all’elezione del Presidente e del nuovo Consiglio. Voglio ringraziare tutti quelli che si sono spesi per votare i nostri candidati ma, purtroppo, non siamo riusciti a raggiungere il risultato sperato. Accetto il risultato di queste elezioni e soprattutto il volere di chi ha votato – Agonista da una vita e quelli dell’ultimo minuto- che hanno mostrato chiaramente il desiderio di non voler cambiare. C’è un grande rammarico, perché parlando con le persone sentivo il desiderio di rinnovamento, di non assistere inermi a un declino della passione e degli iscritti che sembra non arrestarsi mai. 

Capisco che lo Sport oggi non sia come sosteneva De Coubertin, tutti amiamo vincere e non solo partecipare, ma neanche come sosteneva Machiavelli “il fine giustifica i mezzi”, mezzi che non fanno parte del mio bagaglio culturale e  pertanto non intendo portare avanti una campagna elettorale che alla fine produce solo ulteriori frizioni e divisioni nel mondo del bridge.

Ringrazio tutti Voi che mi avete sostenuto fino ad oggi, ringrazio tantissimo tutti i componenti della mia squadra che si sono battuti ed hanno fatto tutto il possibile per vincere queste elezioni. 

Vi confermo che non presenterò la mia candidatura alla carica di Presidente. 

Un grazie ancora e un cordiale saluto a tutti. 


Paolo Sorrentino